Attività Associazione Insieme ONLUS

Attività risocializzanti a sostegno dei familiari


  • Progetto “chiamiamole pure emozioni”: una serie di laboratori di scrittura creativa tenuti da una psicologa a cui hanno partecipato utenti e familiari che hanno prodotto componimenti poetici che, in seguito, sono stati rappresentati in forma teatrale con l’intervento diretto in teatro di pazienti e familiari che ha contribuito a rafforzare l’autostima dei partecipanti. Tutti gli scritti sono stati pubblicati integralmente in un volume, a cura del Bandolo,che ha avuto larga diffusione.
  • Progetto “non si può piantare un platano in cucina”: una vera e propria pièce teatrale rappresentata a Piazza dei Mestieri in cui sono stati coinvolti nella recitazione familiari e utenti affiancati da attori professionisti.
  • Progetto “suoni immaginati”: un compendio di elettronica, musica,immagini che alcuni nostri utenti, con l’aiuto di esperti nel campo, hanno elaborato fino a creare con una buona dose di fantasia uno spettacolo con proiezione di immagini e musica.
  • Serata musicale a Piazza dei Mestieri: organizzata per gli utenti dei gruppi-appartamento che hanno danzato, cantato e si sono divertiti per una volta fino a tarda ora.
  • Corso di computer
  • Corso di maglia

Partecipazione al progetto “Il Bandolo”


l’Associazione Insieme partecipa attivamente alle attività del progetto di promozione della salute mentale “Il Bandolo onlus”, finanziato dalla Compagnia di San Paolo e che vede coinvolti, oltre ai due DSM della Città di Torino, diverse associazioni tra le più rappresentative della realtà torinese.

Attività risocializzanti a sostegno degli utenti


  • Laboratorio Fotografico: laboratorio che intende ridurre il differenziale di abilità di alcune persone attraverso l’acquisizione di tecniche e competenze di fotografia.
  • Mostra Luoghi Comuni:: fotografie degli utenti esposte in Piazza Carignano.
  • Spazio all’arte: Mostra di pittura di alcuni ragazzi con indubbie qualità artistiche

Attività integrate


  • Gruppo Valutatori di Residenze: il progetto ha formato gruppi di valutatori composti da due familiari, un utente e un operatore per valutare la qualità di vita all’interno dei gruppi appartamento, l’ubicazione degli alloggi, la loro struttura e abitabilità, l’inserimento nel tessuto sociale, le relazioni tra gli utenti e tra utenti e operatori, in definitiva per rendersi conto dele reali condizioni di vita degli ospiti.
  • Giornale UFO: periodico realizzato da utenti, familiari e operatori su temi di comune interesse.
  • Assistente sociale: servizio a disposizione dei richiedenti tramite il call center de “Il Bandolo” 011-2302727

Incontri periodici con i servizi del DSM


i momenti di confronto con il DSM sono quasi quotidiani, con le equipes di lavoro degli ambulatori, centri diurni, centri della Residenzialità Assistita. Tali incontri prevedono la discussione di temi legati al funzionamento dei servizi stessi e alle forme di possibile presenza e collaborazione dei familiari.